Home Informazioni Prima Pagina IL PIANO NOBILE
IL PIANO NOBILE Stampa E-mail
Prima Pagina de La Buona Parola

Il piano nobile è un elemento tipico dei  palazzi nobiliari urbani dal medioevo fino al XIX secolo: in strutture che si dispiegavano generalmente su tre piani, il piano nobile coincideva con il primo.  Era così chiamato perché costituiva la residenza della famiglia padronale e vantava le migliori decorazioni interne di tutto l'edificio; anche dall'esterno il piano nobile era in genere riconoscibile per le finestre più ampie, le più ricche decorazioni, i balconi e le terrazze. Per accedere al piano nobile era presente uno scalone, di impianto spesso monumentale, che partiva dal cortile centrale …


 
… Anche la nostra esistenza (per rimanere nell’analogia) ha un “piano nobile” ed è vita interiore.

Sovente dimenticata (perché sensibili solo alle esigenze materiali), poco coltivata (perché riceve attenzioni “quando se ne sente il bisogno”) e un po’ “rachitica” (perché ci si accontenta di un impegno minimo) la vita spirituale è fondamentale per un’esistenza veramente umana e cristiana.

Il tempo di Quaresima, tempo dello Spirito, ci sprona fortemente a prenderci cura del “piano nobile” della nostra vita.
Anch’io voglio essere eco di questo invito con due consigli che vengono dall’”Imitazione di Cristo” (piccolo libro scritto da un anonimo maestro spirituale del XIII-XIV secolo):

"Se togliessimo un solo difetto all'anno, presto diverremmo santi. Invece spesso dobbiamo constatare che eravamo migliori e più puri prima che non adesso. L'impegno e la crescita spirituale dovrebbero aumentare di giorno in giorno; perché questo diventi per noi facile e gioioso basterebbe incominciare con decisione" … "Se non vinci le tentazioni piccole e leggere, quando vincerai quelle più pesanti? Resisti subito alle tue inclinazioni, rompila con ogni cattiva abitudine. Se tu pensassi quanta pace procureresti a te e quanta letizia agli altri vivendo bene, spenderesti un maggiore impegno per il tuo progresso spirituale!"

Buona Quaresima e … su per lo scalone!
 
Don Giuseppe