Home Vita Parrocchiale Azione Cattolica NON C'E' GIOCO SENZA TE - ACR 2013
NON C'E' GIOCO SENZA TE - ACR 2013 Stampa E-mail
Azione Cattolica
 

Programma ACR 2013 – 14

 

NON C’È GIOCO SENZA TE

 

Anche quest’anno il percorso dell’ACR si rivelerà pieno di avventure e di forti esperienze di vita e di fede. I ragazzi infatti saranno coinvolti, con il tipico stile del protagonismo, della vivacità e dell’originalità, a camminare assieme a tutta la chiesa diocesana per essere “scintille” di gioia e di missionari età nelle proprie comunità.

La “categoria” ACR che il percorso nazionale di quest’anno ci indica è quella della Compagnia, per scoprire la bellezza di essere invitati da Dio alla festa della comunione con Lui. Tutta la vita del cristiano è infatti caratterizzata dalla gioia di sentirsi parte della Chiesa, che si raduna per far festa intorno a Gesù risorto. Il Signore chiede anche ai ragazzi di mettersi in gioco in prima persona

andando ai crocicchi delle strade per invitare tutti alle nozze con lo sposo.

L’ambientazione che ci accompagnerà lungo il cammino sarà quella del parco giochi, luogo molto frequentato da bambini e ragazzi. Esso è un luogo pubblico, presente in ogni quartiere, un posto in cui è possibile incontrare i propri coetanei ma anche mamme, anziani e persone di diverse etnie.

È un luogo aperto, in cui ciò che conta è incontrarsi. È il luogo ideale per dare vita al gioco, parte fondamentale nella vita dei ragazzi perché nel gioco non si ha solo la possibilità di divertirsi, ma è anche l’occasione preziosa per creare relazioni profonde che danno gioia al cuore. Il parco giochi diventa bello se ciascuno si sente accolto e coinvolto in quello che fa.

Le Fasi del cammino dell’anno saranno allora così ritmate: nel Mese del Ciao i ragazzi comprenderanno come la gioia piena non si sperimenta rimanendo da soli ma mettendosi in gioco con Gesù e con gli altri. Nel Mese della Pace i ragazzi si accorgono che, perché il gioco funzioni, occorre rispettare le regole del gioco. Nel Mese degli Incontri i ragazzi si accorgono che la gioia è più grande se è condivisa… è necessario invitare tutti al proprio gioco. Nel Tempo Estate Eccezionale i ragazzi sperimentano che la chiesa non è solo un luogo fisico ma una comunità di persone riunite dalla gioia in Cristo.