Home Informazioni Prima Pagina Un Presepe .... solo di pecore
Un Presepe .... solo di pecore Stampa E-mail
Prima Pagina de La Buona Parola
 

UN PRESEPE … SOLO DI PECORE.

 

Quant’è bello il presepe!

Passando nelle famiglie ne vedo di tutti i tipi: tradizionali, artistici, simbolici … ma in Chiesa quest’anno voglio un presepe “solo di pecore”!

 

Dall’11 Ottobre ci siamo incamminati decisamente, con il Papa e tutta la Chiesa, nell’Anno della Fede: “terremo fisso lo sguardo su Gesù Cristo, ‘colui che dà origine alla fede e la porta a compimento’ (Eb 12,2): in lui trovano compimento ogni travaglio ed anelito del cuore umano. La gioia dell’amore, la risposta al dramma della sofferenza e del dolore, la forza del perdono davanti all’offesa ricevuta e la vittoria della vita dinanzi al vuoto della morte, tutto trova compimento nel mistero della sua Incarnazione, del suo farsi uomo, del condividere con noi la debolezza umana per trasformarla con la potenza della sua Risurrezione” (Benedetto XVI, Porta fidei 13).

 

Gesù ha espresso questa grande realtà nell’immagine del buon Pastore che conosce profondamente e ama ciascuna delle sue pecore e offre la sua vita per salvarle (Vangelo di Giovanni, capitolo 10): “avere fede” significa vivere questa intensa e vitale relazione con Gesù Maestro e Signore.

Il rapporto di Gesù-Pastore con le sue pecore sarà il tema del presepe: di conseguenza l’ambientazione sarà molto essenziale, pochissimi i personaggi e soprattutto Gesù Bambino sarà l’unico Pastore, nessun altro.

 

Nel presepe – sgombro – oltre alla Sacra Famiglia ecco una marea di pecore: siamo noi.

    
alt

Un particolare importante: il gregge di pecore non verrà fornito dal magazzino della Parrocchia; tutti siamo invitati a portare una pecora che ci rappresenti (piccola, mi raccomando, non … a grandezza naturale; sarà possibile mettere il nome o un segno riconoscimento: dopo Natale verrà restituita).

Io ho già scelto le due pecorine che racconteranno la mia presenza nei presepi di Appiano e Veniano:  immagino di vedere molte famiglie che portano tante pecore quanti i componenti – papà, mamma e figli – e le mettono insieme nel presepio della Parrocchia.

Riusciremo a collocare duemila pecore ad Appiano e mille a Veniano?

Io spero di sì; le sistemeremo anche negli altari laterali tutte rivolte verso Gesù, come per orientare verso di lui la nostra esistenza.

 

Nel presepe della Parrocchia quest’anno ci sarò anch’io e spero che ci saremo tutti: un Bambino ci guiderà come Pastore e noi ci affideremo a Lui.

Buon Natale.

 

Don Giuseppe

Dicembre 2012