Home Informazioni Prima Pagina Cresce lungo il Cammino il suo vigore
Cresce lungo il Cammino il suo vigore Stampa E-mail
Prima Pagina de La Buona Parola
 

“CRESCE LUNGO IL CAMMINO IL SUO VIGORE”

 

Nei miei primi anni di Sacerdozio, celebrata la Messa del mattino, mi recavo dal giornalaio di fronte alla Chiesa per acquistare il quotidiano cattolico. Entrando, chiedevo con fare allusivo: “Renato, abbiamo un Avvenire?” Ma Renato il giornalaio non aveva il mio stesso umore; mentre estraeva la mia copia dalla pila dei quotidiani replicava sempre in modo negativo: “Nero, pessimo...” e me la consegnava con questo “gran finale”: “Va sempre peggio; pensi: abbiamo perso anche la sconfitta!”

Volevo molto bene a Renato: nonostante il suo buffo pessimismo era una gran brava persona e si faceva in quattro per aiutare chiunque; voglio ugualmente bene a tutti coloro che non si chiamano Renato come il mio ex giornalaio ma la pensano come lui e guardano al futuro solo con sfiducia.

 

Inizia un nuovo Anno Pastorale: vi invito a leggere la Lettera  dell’Arcivescovo Mario Delpini per l’anno 2018 – 2019 “Cresce lungo il cammino il suo vigore”; è una proposta che faccio a tutti, non solo per gli “addetti ai lavori” (Consiglio Pastorale, Catechiste ecc.). Perché?

Anzitutto è breve (la prima cosa che colpisce): 110 paginette di cui oltre la metà (70) sono un utile sussidio per imparare a conoscere e pregare i Salmi della Bibbia.

E’ essenziale: senza tanti fronzoli va al “cuore” della vita del cristiano e della Chiesa, che non dobbiamo mai perdere di vista.

E’ positiva, alimenta gioia e speranza: aiuta a riscoprire la bellezza di ciò che già siamo e stiamo facendo, la preziosità di ciò che già possediamo e siamo chiamati a vivere (la Parola di Dio, la S. Messa domenicale, la preghiera personale e comunitaria).

E’ per tutti: siamo “popolo in cammino” condividendo “speranza e responsabilità”, “uomini e donne in ricerca che non si accontentano dell’immediato” e si aiutano a vicenda “seminando speranza”,  “strumento di benedizione per la terra che attraversano”.

 

Il ritorno dalle vacanze inevitabilmente porta con sé un po’ di malinconia per ciò che abbiamo lasciato: quella sì che è vita… Vuoi vedere invece che il vero tesoro è già nel quotidiano? Che la gioia della vita va cercata proprio qui e non altrove, non fuori ma dentro di noi?

Il mio amico Renato è già volato in Paradiso: era lì tranquillo sulla poltrona nel salotto di casa, sembrava stesse leggendo, invece… Sono sicuro che la lettera del Vescovo sarebbe –straordinariamente!– piaciuta anche a lui.

Don Giuseppe