Home
IL BILANCIO ECONOMICO DELLA COMUNITA’ PASTORALE PDF Stampa E-mail
Scritto da Pietro   
Sabato 11 Giugno 2016 13:10
 IL BILANCIO ECONOMICO DELLA COMUNITA’ PASTORALE

Il bilancio economico di una parrocchia, e più ancora di una Comunità Pastorale, si presenta come una realtà complessa, in quanto non si tratta solo di redigere una lista delle entrate e uscite: il fine non è fare utili, ma di mettere proprietà e beni al servizio del Vangelo. La Chiesa vive della carità dei suoi fedeli attraverso offerte o raccolte durante le celebrazioni, donazioni ed esercizio del ministero dei sacerdoti. Le offerte non sono una “mancia” per i sacerdoti, ma un convinto sostegno alle attività delle tre parrocchie.

I parrocchiani devono sentirsi partecipi della comunità in cui vivono e contribuire alla vita spirituale e materiale della stessa. Le parrocchie devono far fronte al mantenimento e alla cura degli immobili, con manutenzioni ordinarie e straordinarie, rendendo il più accogliente possibile le strutture dove la comunità si incontra e con le quali offrono servizi. Bisogna affrontare le spese relative dei costi fissi delle chiese (pulizia, luce, riscaldamento, assicurazioni, tassa rifiuti …) e, se possibile, prevedere un accantonamento economico per manutenzioni ordinarie e straordinarie.

Tanta gente si aspetta dalle parrocchie che tutto sia dovuto gratuitamente, ma esse hanno dei costi per i Battesimi, le Comunioni, le Cresime, i Matrimoni e i Funerali.  I Sacramenti sono gratuiti, ma la chiesa calda d’inverno, l’illuminazione, il suono delle campane, la pulizia del sagrato dal riso o altro dopo un matrimonio devono trovare un giusto riconoscimento nelle offerte degli interessati.

Le parrocchie pagano inoltre le tasse sui rifiuti, le assicurazioni.

Le nostre parrocchie sono ricche di storia e devono conservare un grande patrimonio lasciatoci dai nostri predecessori e costruito con molti sacrifici in epoche in cui la gente era più povera di adesso.

In questo particolare momento le comunità cristiane collaborano a fronte ad impegni che sono propri della società civile, soprattutto verso le persone bisognose, attraverso il lavoro di tanti volontari delle associazioni caritative. (Caritas, San Vincenzo, Famiglie per mano, Centro di Aiuto alla Vita).

Le raccolte finalizzate a interventi di solidarietà vengono interamente girate ai destinatari.

Attualmente le entrate correnti permettono di far fronte agli impegni ordinari senza la possibilità di prevedere interventi straordinari importanti. 

Si rendono pubblici i bilanci economici delle parrocchie perché ci sia consapevolezza e trasparenza di quante e come vengono utilizzate le offerte che, sotto forme diverse, vengono elargite.

Mercoledì 18 maggio i Consigli per gli Affari Economici, Lunedì 30 maggio il Consiglio Pastorale hanno preso visione dei bilanci. Nelle tre parrocchie, domenica 12 giugno, verranno messi a disposizione dei fedeli  i conti economici sintetici. Quelli completi saranno pubblicati sui siti delle singole parrocchie.

 

I Consigli per gli Affari Economici 

Ultimo aggiornamento Venerdì 17 Giugno 2016 09:33
 
Copyright © 2019 Parrocchia S. Stefano - Appiano Gentile. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.